C’è chi dice sì

Vasco si sposaEbbene sì, il grande Vasco ha deciso di sposare la sua compagna Laura Schmidt, dopo una convivenza ventennale, dice che così desidera tutelare la donna che gli è stata vicino in tutti questi anni. Ha, inoltre, dichiarato che non c’è nulla da festeggiare in quanto il fatto che si sposi è solo una questione pratica che per lui rappresenta una sconfitta. Il rocker che capitola a nozze, evidentemente, è una cosa che va contro la legge del Rock. Se fosse esistita una legge per le coppie di fatto non avrebbe dovuto sposarsi. Come sempre Twitter si sbizzarrisce in proposito, tanto che Vasco è già entrato tra le tendenze del giorno e di sicuro lo farà anche #weddingvasco.

I giochi di parole con i titoli delle sue canzoni, naturalmente, non mancano, il titolo di questo post ne è un esempio. E poi come sempre si fa dell’ironia: @istintomaximo dice che oggi Vasco pronuncerà in chiesa il suo fatidico “eeh”, @itscetty invece sostiene che finalmente col matrimonio, Vasco capirà cos’è la vita spericolata. Per quanto mi riguarda, sono giorni che tento di trovare il lato romantico di questa storia e non ci riesco. Mi domando perché quella santa donna abbia accettato di prendere parte a questa messa in scena. A Vasco non sarebbe bastato fare testamento o intestarle un paio di proprietà? Che poi, diciamocelo, oggi il rocker è un quasi vecchietto alquanto fuori di testa, sovrappeso e malaticcio che spesso finisce sui giornali per le corbellerie che dice. Perciò, cara Laura, ci piacerebbe sapere perché dirai di sì. Voi riuscite ad immaginare come dev’essere Vasco dentro alle mura domestiche, rinchiuso nel suo studio, brontolando dalla mattina alla sera, rivolgendo alla futura signora Rossi pochi monosillabi e magari anche qualche ringhio, soprattutto quand’è l’ora delle medicine. Insomma, io spererei in un colpo di scena, in un clamoroso NO da parte della sposa, ma, siccome queste cose succedono solo nei film, non mi resta che augurare agli sposi tanta felicità e che non gli manchi mai il Maalox.

Advertisements

Comments

  1. Voglio un allergologo. Spesato da voi. =) Bravci, bravi,bravi.

  2. Lady Zeta says:

    Ad oggi, purtroppo, se non hai il pezzo di carta che giustifica la tua qualità di moglie, non ti è permesso entrare in una camera d’ospedale dal tuo compagno se un figlio o un parente legittimo non lo permette. Tanto meno prendere decisioni di tipo medico o altro. Sarà proprio questo temo lo spirito di questo matrimonio, non tanto il lato economico che poteva essere regolato con un testamento. Alla fine tutta questa vita spericolata si riduce alla paura che in caso di bisogno nessuno ti possa curare o altro. Addio poesia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: